Warning: array_shift() [function.array-shift]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.leonearte.com/home/config/ecran_securite.php on line 259
Gioda Sara - Leonearte
Leonearte
 
Home > Artisti > Gioda Sara

Gioda Sara


Curriculum-vitae

Mi chiamo Sara Gioda e sono nata a Fossano (Cn), città dove risiedo, il 16 maggio 1982.
Mi sono diplomata presso il Liceo Artistico Ego Bianchi con indirizzo figurativo
nell’anno 2000/01.
Ho proseguito gli studi all’Accademia di Belle Arti di Cuneo, e nel 2007 ho discusso la tesi “L’Autoritratto, il Doppio e lo Spettro” laureandomi con 110/lode.

Nel 2005 ho iniziato a collaborare con la casa editrice Alacran di Milano che ha dedicato l’intero volume 16/17 di “M, Rivista del Mistero – trimestrale di thriller e mistero”, eccezionalmente a colori, alle mie illustrazioni.

Negli anni 2006/07 ho illustrato per la stessa le copertine dei libri “Parker” di Donald E. Westlake alias Richard Stark, “Giudice e parte” - Martin Andreu, “Le ore del male” – Raymond Benson, “Corpus delicti” – Martin Andreu, “Cronache di Madrid in nero” – Juan Madrid, “Sweetie” – Raymond Benson.

Principali mostre e riconoscimenti

-  2004 Concorso Nazionale di Grafica, Mondovì, IV° premio
-  2004 Synestesis Art, collettiva, Chiesa S. Chiara, Cuneo
-  2004 Museo Etnografico, Sampeyre, mostra personale.
-  2004 XXVI° Premio Matteo Olivero, Saluzzo, III° premio
-  2005 XXVII° Premio Matteo Olivero, Saluzzo, I° premio
-  2005 Premio Annibale Galatei, Genola, III° premio
-  2005 Donne, collettiva, Galleria Giardiniera, Settimo Torinese
-  2005 Wine Colors & Passion, collettiva, Museo Multimediale Son De Lenga Espiaci Occitan, Dronero
-  2006 Saluzzo Arte, collettiva, XI° Mostra Contemporanea, Saluzzo
-  2006 Premio Carlo Della Zorza, Milano, segnalazione
-  2006 Segni, collettiva, Cenacolo Felice Casorati, Torino
-  2006 Senza Veli, collettiva, Villa Cambiaso, Savona
-  2007 Sensibilité, collettiva, Palazzo Sarriod De La Tour, Castigliole Saluzzo
-  2007 FreeZone, collettiva, Antichin Bastioni, Carmagnola
-  2007 Artissima 14, Bam Piemonte Project, Lingotto Fiere, Torino
-  2007 L’Arte il Natale e due Palle, collettiva, Galleria Porta Palatina, Torino

Nell’anno 2010 mi trasferisco a Roma occupandomi inizialmente di fotografia.
Ad ottobre 2010 espongo presso il Centro Polmone Pulsante, Salita del Grillo 21, una selezione di elaborati fotografici in bianco e nero.

A giuno 2013 partecipo alla 47° manifestazione “Roma Art Festival”, Piazza della Repubblica.

Critica Artistica

SARA GIODA sa affascinare con i suoi corpi e le sue figure, realizzate cin tecnica personale e ben riconoscibile, stupisce per l’uso assolutamente naturale di alcuni virtuosismi che ci si aspetterebbe da autori di assai maggiore esperienza. - Benedicta Miller, critico d’arte - (La Giardinera Settimo Torinese.

3° premio assoluto alla XXVI° edizione del Premio Matteo Olivero di Saluzzo con la seguente motivazione: Per la poetica e la capacità realizzativa. - Giuseppe Biasutti –

Vincitrice della XXVII° edizione del Premio Matteo Olivero di Saluzzo con la seguente motivazione: Rivisitando la visione prospettica dei grandi maestri, costruisce un impianto figurativo di buona fattura monocromatica. la notazione del guanto rosso evidenzia con grande equilibrio le masse pittoriche e fa emergere la forte personalità dell’artista. - Giuseppe Biasutti , Critico d’Arte e Direttore della Galleria Biasutti&Biasutti Torino-

SARA GIODA, giovane artista fossanese che ci da dimostrazione e prova della sua bravura e della validità della sua ricerca che conferma un ritorno al figurativo. - Carlo Morra –

Di SARA GIODA occorre sottolineare ancora una volta il carattere tipico della sua pittura che è quello di una indagine introspettiva che non si ferma all’epidermico ma che vuole comunicarci i sentimenti che muovono artista e protagonista della tela. - Carlo Morra -

Le opere di SARA GIODA testimoniano della sua bravura e di quel suo stile così caratteristico che segna un ritorno netto al figurativo che però viene letto non in chiave naturalistica e quindi ormai superato ma con una sottile lettura intimistica e di introspezione, quasi una indagine/scavo dei sentimenti e delle reazioni emozionali della persona al di là delle apparenze epidermiche. Le opere di SARA GIODA affascinano e richiamano l’attenzione del visitatore per quella loro capacità di andare oltre l’impressione epidermica per svelarci il carattere e l’anima del personaggio. - Carlo Morra, giornalista e scrittore, esperto e critico d’arte

Nei quadri di SARA GIODA si trovano narrazioni antiche e sapienze moderne, tecniche che vanno dalle matite agli acquerelli, dalle tempere agli acrilici e le tecniche miste che riesce a far giocare ed interagire creando quella magia che è connubio tra osservazione, emozione e realizzazione.

Nei suoi ritratti, i vecchi sciamani trasmettono la loro sapienza. gli sguardi a volte inquietanti di donne dai capelli rossi ritratte in situazioni lontano dall’ordinario penetrano l’osservatore… le opere di Sara Gioda vanno oltre la riproduzione "da cartolina", sono veri e propri tagli di personalità, sono prospettive di un mondo che abbiamo dentro e che vorremmo esternare, quel mondo di silenzi e d’intese che grazie a lei ci piace riscoprire. - Ivo Vigna – Maestro e Critico d’Arte.

Recapiti:

cell. 335 – 6818794 / e.mail gioda82@gmail.com

www.facebook.com/sara.gioda.1/about

Domicilio: V ia Francesco Valesio 1, zona Ponte Lungo, 00179 Roma.

Autorizzo al trattamento dei miei dati.

Home | Contatti | Mappa del sito | Area riservata | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 info visites 86304